domenica, marzo 19, 2006

Finalmente...Venere!



Eccomi di nuovo qua...Lo so che è passato molto tempo, ma ho in serbo grandi sorprese...
Prima fra tutte: una ricetta con il mio riso (mi sento un po' come Gerry Scotti che fa la pubblicità al SUO riso...)!

RISO VENERE CON SEDANO E BOTTARGA
Secondo me l'abbinata sedano-bottarga è qualcosa di straordinario, perchè i loro gusti si fondono meravigliosamente in un unico sapore...
Per due persone vi servono:
100g di riso nero Venere
200g di brodo di pesce (e qui prometto la ricetta!)
un cuore di sedano
qualche cucchiaino di bottarga grattugiata
ottimo olio extravergine (e qui ci va un sapore piuttosto deciso, Basilicata, ad esempio)
Mettere il riso nel brodo FREDDO, portare ad ebollizione e cuocere per circa 40 minuti (o quanto indicato sulla confezione). Tenere a portata di mano un pentolino con acqua in ebollizione da aggiungere al bisogno. Alla fine tutto il liquido dovrà essere stato assorbito.
In una padella scaldare un filo d'olio e farvi saltare il sedano tagliato a pezzetti.
Impiattare il riso, decorare con il sedano, profumare con la bottarga ed innaffiare a piacere con l'olio...

11 commenti:

danielad ha detto...

ho giusto un po' di venere da finire, mi hai fatto venire voglia

danielad ha detto...

Anche a te in cottura lascia un acqua nerissima?

rosso fragola ha detto...

Ciao Venere, ti ho laciato qualche indicazione sulla fiorentina come da richiesta e spero possa esserti utile.
Adoro il riso venere e lo cucino in vari modi. Mi piace il gusto ed anche il bellissimo colore che ben si presta ad abbinamenti d'impatto visivo.
Anche a me lascia un'acqua nerissima come dice Daniela, penso sia normale...
A proposito, il tuo abbinamento cucina-fisioterapia lo trovo eccezionale, puntano entrambi al benessere delle persone; più di così...

RoVino ha detto...

Bentornata Venus!
Adoro il riso, a tal punto che me lo mangio pure in bianco, però deve essere di ottima qualità.
Rob

venere ha detto...

Che bello ritornare a casa dopo un po' di tempo e trovare tanti amici che ti aspettano...
Daniela e Fragolina, credo sia proprio inevitabile che il Nero stinga, io ho pensato a questo metodo di cottura orientale proprio per non sprecare quel prezioso pigmento... ho l'idea che tutto ciò che se ne va con l'acqua di cottura (fatta eccezione per l'amaro delle scorzette di agrumi, ma forse con lui se ne vanno anche un po' di vitamine) sia una grossa perdita... E poi cuocendolo così, il Nero assume una consistenza cremosa di risotto... SENZAPANNA tanto per restare in tema!
Baci a tutti!

venere ha detto...

Ah Rob! Se vai proprio matto per il riso di ottima qualità prova a visitare il sito che trovi linkato "Riso prodotti naturali"... L'unica pecca è che non hanno Venere... Ma il resto... I prodotti sono ottimi, la spedizione veloce. Magari dalle parti tue riesci a trovare qualcosa però prova!

danielad ha detto...

Sono nata e cresciuta in mezzo alle risaie e vivrei di riso...
:-)))

Infatti stasera per curarmi (influenza) minestra di riso e patate, un piatto tradizionale nella cucina di tutti i giorni in Piemonte (e dire che non amo la classica minestrina) :-)))

venere ha detto...

Cara Dani, guarisci presto e goditi la malattia: più tempo per bloggare!!!!

Lorenzo di Pianogrillo ha detto...

Brava, Furlana, che parli di olio, sempre.
Un bacio.
L.

Annika ha detto...

Se posso ..vi do' un consiglio per cuocere il riso venere: sciaquarlo bene varie volte , metterlo a cuocere in acqua fredda e possibilmente nel rice-cook , in mancanza di questo mettete un telo da cucina bagnato e strizzato tra la pentola e il coperchio, fungera' da vaporiera.
Per le dosi regolatevi cosi':1 bicchiere di riso e 2 di acqua, quando vedete che non esce piu' vapore controllate,il riso dovrebbe aver assorbito tutta l'acqua e quindi e' cotto.
Tranquille il metodo l'ho sperimentato da un bel po' e il riso e' ancora piu' buono!
Ciao a tutti, Annika

venere ha detto...

Ma naturalmente che puoi Annika! A che cosa servono tanti appassionati tutti insieme se non a scambiarsi le proprie esperienze? Grazie per il prezioso consiglio: il rice-cook mi manca, ma proverò con lo strofinaccio!