domenica, ottobre 07, 2007

Se fossi una portata...


... sarei un piatto unico, senz'ombra di dubbio! Leggevo che i nostri cibi preferiti parlano un po' di noi: chi ama il salato sarebbe estroverso, intraprendente e determinato; gli amanti del dolce, al contrario, sarebbero introversi, bisognosi di protezione, un po' passivi; la predilezione per il piccante e le spezie sottolinea l'amore per le novità e la trasgressione. Per quanto riguarda la consistenza, i cibi duri richiamano gli sforzi delle sfide e l'aggressività; al contrario i cibi morbidi riportano alla semplicità e tenerezza dell'infanzia, al quieto vivere, ma anche ai facili piaceri della vita ed alla sensualità.
E chi adora tutto ciò? Dolce, salato, speziato, morbido e croccante, tutto in un bel piatto ed ecco Venus! In perfetta linea con le tendenze culinarie contemporanee, che si propongono di far incontrare e scontrare gusti e consistenze.
Il piatto unico è il guazzabuglio per antonomasia. Ma per ottenere un guazzabuglio che si rispetti ci vuole un po' di testa: ogni sapore deve contribuire all'insieme, non deve sovrastare nè soccombere agli altri, nè ci devono essere gusti "ridondanti" o abbinamenti sgraziati. Inoltre ritengo fondamentale dare la possibilità ad ogni Commensale di creare il proprio sapore, mescolando i vari cibi fra loro oppure gustandoli separatamente: quindi non mescolare, possibilmente cuocere i vari ingredienti separatamente.
Il piatto della foto è una sublime accozzaglia di purea di zucca, riso venere, zucchine, scaglie di pecorino e filetti di pesce bianco. Dolce, salato, aromatico, piccante, cremoso, croccante... come desiderare di più?
... e voi che cibo siete?

8 commenti:

Giovanna ha detto...

io se devo dirla tutta mangierei cosi come te, tutto insieme nello stesso piatto. MA se mi chiedi che cibo sono.. direi una cremina, un passato, un pure. Una roba morbida direi. Un bacio

michela72 ha detto...

Uhm...considerando che a breve dovrò mettermi ai fornelli, se finalmente parte la mia nuova vita..direi che di qua passerò molto spesso, vista anche la mia imbranataggine tipica da "eterna single peterpan" ai fornelli e non solo ( ma sembrerei sulla via del ritorno...)

IO che cibo sarei..sicuramente dolce, ma non troppo, e speziato...tipo torta di mele calda speziata con cannella e chiodi di garofano, o tortino caldo di albicocche....

LA tua analisi??

Curiosa di sapere l'interpretazione...

Complimenti per il blog!

venere ha detto...

Cara Giovanna, dunque sei una Morbidezza... Le cremine contengono un sacco di ingredienti a sorpresa, cose che non ti aspetteresti ma contribuiscono mirabilmente al sapore del piatto... Un equilibrio perfetto!
Ciao Michela, mi farà piacere averti fra i miei ospiti e ti auguro che i tuoi progetti vadano in porto nel modo migliore! Il tuo dolcino caldo e speziato lo associo ad un relax in penombra davanti al caminetto: situazione un po' misteriosa dove i bagliori del fuoco lasciano intravedere ombre calde sulla parete... C'è un po' di mistero in te e direi una predilezione per i momenti "casalinghi", a fianco di chi ami... ok, ok, ho esagerato?!;-PPPP

Dolcetto ha detto...

Ci devo pensare su, di prima risposta direi un dolce, ma quale non saprei...

venere ha detto...

Ciao Dolcetto, io ti vedrei tipo panna cotta col cioccolato fuso oppure con una salsina di lamponi caldi... che ne dici?;-)

sandra ha detto...

cara venere... a me piace così tanto mangiare che a dirti la verità dovrei pensarci un bel pò!!! ;-)) ma di sicuro salato forever!!!
E questo tuo piatto unico mi pare molto stizzicante!
buona giornata!

SenzaPanna ha detto...

ciao Venere, passavo di qua. :-))

venere ha detto...

Ciao Sandra! Effettivamente, data la mia passione mangereccia, non potevo che scegliere un piatto unico, in cuo ci sta dentro vermente tutto;-PPPP
Ciao Dani, che bello vederti da queste parti...