mercoledì, maggio 30, 2007

It's Cherry time: Morbidella di ciliegie

Chi ha la fortuna di coltivare nel proprio podere un albero di ciliegie, di qualsiasi tipo esso sia, sa benissimo che quando cominciano a maturare devono essere raccolte (e consumate o perlomeno "lavorate") nel giro di pochi giorni, pena l'inevitabile deperimento e conseguente obbligatoria eliminazione di questa prelibatezza. Secondo Voi cosa poteva rispondere Venus ad una telefonata di una cara Amica che proponeva una borsa zeppa di questo prezioso bottino? ARRIVOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!
Ecco quindi un'idea per utilizzare questo frutto che sa di preludio all'estate, tanto per non "buttare" tutto in marmellata...
L'ispirazione viene dal libro "Dolci" di Monica Palla, ma la ricetta è stata decisamente, e con successo, modificata. Vi proporrò quindi la mia versione.
Per una teglia rettangolare (tipo quella del pasticcio) vi servono:
2 uova grandi
100g di zucchero
200g di farina
mezza bustina di lievito (o cremor tartaro)
1 vasetto da 125g di yogurt (naturale, alle ciliegie, alla vaniglia o come più vi piace)
75g di olio leggero (sesamo, cereali e frutti...)
500g di ciliegie snocciolate
un cucchiaio di grappa ed un cucchiaio di sciroppo di ciliegie (ottenuto facendo macerare le ciliegie che utilizzerete per la marmellata con lo zucchero)- oppure due cucchiai di grappa alle ciliegie
Sgusciate le uova in una terrina e lavoratele con lo zucchero. Aggiungete poco alla volta la farina setacciata con il lievito e mescolate continuamente affinchè non si formino grumi. Aggiungete anche lo yogurt e l'olio, lavorando fino a rendere il composto liscio ed omogeneo. Alla fine incorporate metà delle ciliegie.
Accendete il forno a 180° (ventilato), versate il composto nella teglia rivestita di cartaforno, decorate con le rimanenti ciliegie e lasciate riposare il tutto finchè il forno è caldo.
Infornate per 40 minuti.
Volete saperne di più sulle ciliegie? Cliccate qui!

6 commenti:

Daniele ha detto...

wow... anche io sono pieno di ciliegie in questo periodo... telefonate anche per me da qualche parente... la mia purtroppo è morta 2 anni fà... ma le ciliegie non ci mancano di certo... ehehe... a borsate anche qui...

Elena ha detto...

era da un po' che cercavo una ricetta con le ciliegie fresche! devo provarla. :)

Kja ha detto...

Ieri ho mangiato finalmente le prime ciliegie della stagione,le ho trovato deliziose. Faccio una torta simile al quella che tu proproni quando ne ho tante ma invece che lo zucchero ci metto il malto di grano.
Un bacio.

venere ha detto...

Daniele... e allora... vai di torte e confetture!
Elena, benvenuta, mi fa piacecre che tu l'abbia trovata nel mio pentolone!
Kja, ottima idea, da provare!

SenzaPanna ha detto...

quanto cremore do tartaro consigli al posto del lievito? e non ci metti anche un po' di bicarbonato? grazie

venere ha detto...

Dani, effettivamente le bustine di cui dispongo (bio vegan) contengono cremor tartaro e bicarbonato già miscelati, con l'aggiunta di fecola di mais. Una bustina vale per 500g di farina, quindi in questo caso un po' meno di metà. Le dosi sono quelle che usi anche tu!;-))