giovedì, luglio 13, 2006

Crespelle al pesto intero


Fa caldo, tanto caldo. Anche per Venere cucinare è diventato un'impresa ardua, bisogna ridurre i tempi di cottura e le temperature di servizio. Ecco quindi un'idea veloce veloce (o quasi) e senza dubbio fresca (forse tiepida???) Non ce la faccio, è più forte di me, i fornelli mi attraggono morbosamente...
Preparate le crespelle secondo la ricetta.
Cuocete fagiolini e patate a pressione-vapore (ho una stupenda pentola che fa entrambe le cose contemporaneamente, riducendo tempi di cottura, consumi ed impoverimento nutrizionale..)<^v^>
Mescolate le verdure a dadini con abbondante basilico tritato grossolanamente, pinoli interi ed un pizzico di sale.
Riempite le crespelle, arrotolatele, decorate con scaglie di pecorino ed irrorate abbondantemente con un ottimo extravergine (ligure sarebbe il massimo...). Gli ingredienti tipici del pesto genovese si mescolano e si tritano in bocca, permettendo di percepire i vari sapori prima separatamente e poi insieme.
Da mangiare tranquillamente tiepide o a temperatura ambiente (dire fredde sarebbe un'esagerazione...).

15 commenti:

RoVino ha detto...

Bravissima, questo è il pesto come il Dio ligure comanda!
La ricetta originale (anche se varia leggermente di zona in zona come tutte le ricette che si rispettino!) prevede infatti anche patate e fagiolini (una varietà particolare che si trova solo lì).
A Manarola (Cinque Terre), c'è una piccola trattoria che si chiama "Dal Billy", dove il pesto è invece quello che tutti conoscono, ma come hai fatto tu, gli ingredienti sono tagliati grossolanamente.
Ovviamente, come è giusto abbinarci l'olio ligure, il vino deve essere un buon Pigato o anche un Cinque Terre.
Rob

venere ha detto...

Rob, indubbiamente il pesto-cremina va bene, ma io adoro sentire in bocca le varie consistenze degli ingredienti: è come toccare superfici diverse, vedere tanti colori, sentire molti profumi, ascoltare una bella musica...il trionfo dei sensi! Il Pigato... mmmm... è già la seconda volta che ritorna nei miei menù: devo senz'altro assaggiarlo!

Graziella ha detto...

Bell'idea Venere.
Anch'io concordo che stare lontani dal fuoco è praticamente impossibile, anche con queste temperature!

venere ha detto...

E' una malattia inguaribile, ma va bene così...;-))))

cannella ha detto...

Anche a me pare spettacolare questo tuo pesto intero. Ma dimmi di questa tua bella pentolina che cuoce a pressione vapore al tempo stesso...mmmmm...la Canny sente già invidia per questo attrezzo...;-)))!!!

Orchidea ha detto...

Buone... buonissime... mi piacciono le crespelle, bella idea.
Ciao.

Acilia ha detto...

L'abbinamento fagiolini-patate lo trovo assolutamente delizioso. Spesso in estate li mangio insieme freddi in insalata :-)
Le crespelle sono un'ottima idea da gustare tiepida anche in estate, proverò.
Un abbraccio

venere ha detto...

Canny: è un attrezzo un po' attempato che ho ereditato dalla Mamy (che tipo in trent'anni l'avrà usata una volta...): è una pentola a pressione con una griglia bucherellata all'interno e ben tre vaschette separate per cuocere contemporaneamente tre cibi diversi senza che i sapori si mescolino (mi sa che ci dedicherò un post con tanto di foto)... Ah ma la "crepiera" elettrica ce l'hai?;-P
Orchidea: tiro fuori l'idea delle crespelle ogni volta che devo cucinare uova (va bene non mangiarle troppo spesso, ma ogni tanto...), perchè non so mai come farle e così ogni volta è una sorpresa!
Acilia: la prima volta che ho sentito di questo abbinamento ero un po' scettica ma è stata veramente una bella scoperta!

pierosalvatore ha detto...

Sono d'accordo con rovino..tra i due preferisco il pigato.
Buona salute, piero.

venere ha detto...

ola Pier! Cincin allora...

pierosalvatore ha detto...

Venus, in quanto alla sensazione in bocca degli ingredienti vorrei confessarti una cosa..
Mangiare i fichi senza buccia mi intristisce!!

LaCuocaRossa ha detto...

bbuono il vero epsto ligure!! io ho imparato a farlo quando in una delle mie 247 vite stavo in liguria!!! l'ho fatto qualche sera fa...poi lo posto...baci!!!

venere ha detto...

Caro Pier, ti dirò che non vado matta x i fichi "natùr" mi piacciono molto secchi o in marmellata: sarà che non so mai come comportarmi con quellla buccia (ma poi si mangia o no?!)
CuoRo: WOW! Napolitana e pure Ligure... ma quante sorprese mi riservi?

Dree ha detto...

Ho «cerciato» ;-) recentemente il Pigato ed è ottimo. Con Ortrugo (piacentino) e certi Falanghina è quello che mi sembra più vicino all'eccezionale qualità dei nostri. Buine bevude :-D

venere ha detto...

Grazie Dree, terrò presente!