sabato, agosto 25, 2007

Strudel "sono rimasta senza uova, ma ho la maionese"

La caratteristica fondamentale della pasta strudel è che quando la stendete sul canovaccio dovete intravederne il disegno. Così disse Max Mariola in una trasmissione del Gambero Rosso. La ricetta di riferimento per la pasta poi è quella di Laura Ravaioli ("La mia donna ideale", come direbbe un caro amico: indubbiamente una donna che ti prende per la gola), già pluricitata. Di proposito oggi al supermercato non ho comperato le uova: volevo fare lo strudel come se in casa non ne avessi (un poco squilibrata? sì, grazie!). Non si sa mai che mi venga questo ghiribizzo pur essendo a corto della preziosa materia prima...In casa però avevo la pluricitata maionese: uova ed olio, proprio come due ingredienti base della pasta strudel.
Detto e fatto:
250g di farina
2 cucchiai di maionese
un cucchaio di olio extravergine
mezzo cucchiaio di zucchero
un pizzico di sale
acqua quanto basta per formare una "palla" da far riposare almeno un'oretta in luogo tiepido coperta da una terrina rovesciata.
Si stende il tutto su un canovaccio infarinato, sottile sottile come detto prima (l'impasto tende un po' a rompersi, ma insistete, sarete premiati), poi vai di ripieno: propongo una crema di verdure in abbinamento ad un formaggio: io ho unito crema di radicchio (radicchio, olio exvo, aceto di mele, zucchero di canna, sale e pepe) a dadini di feta ed una salsa di pomodoro a scaglie di pecorino romano. Arrotolato il tutto, l'ho piazzato in forno già caldoa 200° per una ventina di minuti, spennellando a metà cottura con latte di soia (mucca va anche be ne). Il risultato è molto friabile ma "tonico", non si spacca. Da servire su un letto di verdure stufate o magari su un'insalata. e non siete a dieta insistete pure con la maionese...

7 commenti:

Giovanna ha detto...

ho qualche perplessità su quel "se non siete a dieta...."
10 e lode per l'inventiva!!!

Dolcetto ha detto...

Ma pensa tè, che ideuzza originale hai avuto! Io non ci sarei mai arrivata... Sembra ottimo questo strudel, complimenti.
Buon fine settimana

Elisa ha detto...

mmm peccato che ho trovato il tuo blog proprio quando devo partire..(mi ti segno così appena torno vengo a curiosare!) questa ricettina è molto curiosa.. però in effetti hai ragione!! Prima o poi ci provo!

Ciao!

Viviana ha detto...

ah ah ah.. che forte che sei! ti metti alla prova da sola e superi brillantemente l'ostacolo della mancanza d materia prima!
sembra buonissimo!
un bacio

venere ha detto...

Giovanna: in questo periodo i sensi di colpa di moltiplicano... vabbè, vada pure per la maionese!
Grazie Dolcetto, buon week anche a te (sono arrivata una settimana dopo;)
Ciao Elisa! Mi sembra di averti già vista in giro... Ci sentiamo dopo le vacanze!
Viviana: cucinare per me è una sfida continua, non sempre con risultati brillanti, ma quando lo sono li pubblico!;)))

Lisa ha detto...

Complimenti per le ricette !
Ciao Lisa

venere ha detto...

Ciao Lisa! GRazie....