venerdì, agosto 03, 2007

Bent-el-Riah-Figlia del vento



Ebbene Amici, sono reduce da una splendida vacanza a Pantelleria.
Come già sottolineato altre volte ADORO la Sicilia ed i Siciliani, il loro mare, i loro cibi quel sole che ti brucia la pelle e ti scalda il cuore quel vento frizzante che ti accarezza i capelli...
E Pantelleria è molto Sicilia.
Madre Natura qui ha dato il meglio di sè: quelle rocce nere, vulcaniche, che le hanno fatto meritare il nome di "perla nera del Mediterraneo", contrastano piacevolmente con le sfumature verdi e blu del mare,
la vegetazione nasce e cresce quasi senz'acqua, grazie all'estrema fertilità del suolo, regalando panorami degni di un Paradiso terrestre.
E questa Natura ti dona i suoi prodotti a piene mani:
capperi che crescono spontanei lungo i bordi delle strade, viti in miniatura dai frutti sorprendentemente dolci, fichi d'india che crescono abbarbicati sui faraglioni, ulivi a misura d'uomo che sembrano accoglierti nel loro largo abbraccio,
bouganvillee ed oleandri rigogliosi che dipingono il paesaggio con la tavolozza dei loro sgargianti colori...

Da molto tempo non piangevo partendo per il ritorno, su quest'Isola ho lasciato una briciola del mio cuore che, come una monetina nella Fontana di Trevi, mi farà un giorno ritornare in questo fazzoletto di Paradiso nero.

14 commenti:

viv ha detto...

carissima.. sei stata in vacanza in sicilia??!! eh gia'.. li' si mangia proprio bene... (nn ho lettere accentate su questa tastiera. Non temere: distinguo ancora fra apostrofi e accenti).
Non ho spulciato bene tra l'elenco delle ricette proposte, ma hai quella degli arancini di riso? A me quando li faccio si aprono tutti, ma scommetto che a te da cuoca provetta non accad(rebb)e! Bene, non ero a conoscenza di questo tuo blog, e' stata la comune amica 'amsterdamese' a darmi il link..
besos
viv

Viviana ha detto...

Venere, che bellezza rivedere le foto di Pantelleria, specialmetne quella dello scoglio dell'elefante... una decina di anni fa ci sguazzavo allegramente sotto :)!!! Sono siciliana, ed ogni volta che parto dalla sicilia per tornare dove vivo adesso, ovvero a verona, anche io lascio lì qualche lacrimuccia...
Hai un blog bellissimo!
ciao

viv ha detto...

viv e viviana sono ovviamente persone differenti :P

SenzaPanna ha detto...

Venere, bella Pantelleria, ci sono stata nei primi anni '80. Sei stata al lago di Venere (in tuo onore) ?

seconda cosa: io conosco 2 metodi per seccare il lievito madre. Uno è quello di spatolare il lievito sulla pellicola, farlo asciugare e staccarlo, ne ottieni delle scaglie.
Un altro è quello di pesarlo, aggiungere uguale peso di farina, sfarinare il tutto e metterlo ad asciugare su un vassoio coperto di scottex rigirandolo spesso. Quando è secco metterlo in busta di plastica e in frigo. Volendo lo puoi setacciare e usare solo la parte più fine. In ogni caso quando lo riattivi lascialo molte ore in acqua frizzante in modo che si ammorbidisca bene.

SenzaPanna ha detto...

PS: ti avevo risposto anche da me, ma magari non lo leggi

venere ha detto...

Ciao Viv! Ma che sorpresa! La nostalgia di quella bellissima terra mi attanaglia... Nel capitolo riso ed anche in finger food trovi una mia versione di arancine con le lenticchie; se vuoi qualcosa di autoctono (mi sembra il colmo attingere la ricetta delle arancine da una friulana) puoi andare a trovare Bian su lossoelalisca.blogspot.com e "spulciare" nel suo libro virtuale! Secondo me il problema sta nel tipo di riso che utilizzi e/o nel metodo di cottura: il riso deve rilasciare molto amido (non va bene il parboiled che si usa x le insalate, x capirci) altrimenti i chicchi non si attaccano fra loro e l'ideale è cuocerlo all'orientale (una dose di riso e due di acqua, fino ad assorbimento completo) oppure stile risotto (brodo bollente aggiunto di volta in volta) e non tuffarlo in acqua bollente tipo pastasciutta. L'amido è la colla delle arancine!
Grazie Viviana e benvenuta! un'altra Siciliana... x me è un'attrazione fatale...
Grazie Dani, sono andata a leggere anche da te! Certo che ci sono andata al MIO lago, ma pensa, quel giorno ho dimenticato la digitale in albergo:-((( però ho fotografato quelle immagini nel mio cuore...

Vaniglia ha detto...

Venereeeeeee, allora qualcuno c'è ancora in questa blogsfera desertissimamente deserta!! Anvedi...che bei posticini..non ci sono mai stata in Sicilia, uffi, però prima o poi ci vorrò andare!
Baci baci

venere ha detto...

Siiiiiii, Vani, ci sono, anzi, stasera mi sono riproposta pure di postare qualche nuova ricettina!

viv ha detto...

vedi che carrambata?! grazie del consiglio vedro' di applicarlo. tanti saluti dall'england! xxx
viv

Daniele ha detto...

Bello il tuo reportage... io in Sicilia ci andrò a settembre!! e non velo l'ora... un bel tour siciliano di 15 gg... trapani e poi penso favignana e isoline :P

venere ha detto...

Viv, fammi sapere!
Che invidia Daniele, da quelle parti non ci sono stata, ma sono sicura che è favoloso!!!

Dario ha detto...

da una settimana a Pantelleria nel 2007.
http://blog.libero.it/eGanz/2445883.html

Dario ha detto...

Dammusi a Pantelleria.
http://blog.libero.it/eGanz/2417037.html

venere ha detto...

Ciao dario, mi hai fatto rivivere dei ricordi bellissimi... grazie!